effettosuono

 

oooooooooooooooooooooFender precision

oooooooooooooooooooooHofner violin bass

oooooooooooooooooooooSquier jazz bass fretless

Siamo nel 1967 in piena “Summer of Love” e, come per tanti ragazzi di allora, arriva la folgorazione e nasce in me un bisogno primario: suonare la chitarra!   Ed ecco il primo strumento una Ferrarotti  a diecimila lire ( quanto sudate ! ), manualetto degli accordi incluso, con cui iniziare a picchiarmi  con risultati a volte deludenti .Poi  le lunghe ore passate con un amico per mettere su qualche pezzo un po' incerto e, finalmente, il primo gruppo (pardon complesso)   . L' appuntamento e'  naturalmente  da Gaggero nei pomeriggi del sabato cercando di mettere a frutto gli accordi scambiati durante le ore di scuola con l'emozione di toccare strumenti  più o meno veri e suonare Beatles, Rolling Stones, Creedence, New Trolls e lunghe improvvisazioni.   Devo dire che da allora la mia passione per la musica  e‘ sempre rimasta uguale …. Anzi ….  Poco dopo arriva la prima chitarra elettrica ed inizia la mia attività insieme agli amici di sempre fatta di prove, qualche spettacolino, ma anche composizione e registrazione di pezzi (Trilogia, il nostro gruppo a tre) .  

Poi inizia il lavoro, arriva il  matrimonio con  Fiorella conosciuta sui banchi di
scuola , la nascita di Chiara ,  quindi qualche pausa necessaria   che non mi impedisce di coltivare a casa   il mio interesse per la chitarra
acustica (blues, country, bluegrass). E il basso?   Devo dire che è stato il primo strumento che ho imbracciato  nella primissima esperienza in salaprove  (segno del destino?) per il semplice motivo che eravamo 4 chitarristi e un batterista e qualcuno doveva pur suonare il basso (la stessa frase la disse Paul McCartney   ma non vorrei essere blasfemo) .Questa improvvisata esperienza si  esauri'nelle poche ore  di quel pomeriggio,  poi il ritorno al mio ruolo di chitarrista.

Dovevo aspettare ancora una ventina di anni quando, durante le lezioni di chitarra jazz al Louisiana,  un  compagno di corso porta un basso
elettrico da vendere …  lo provo, la cosa mi conquista immediatamente e parte una  jam con gli altri:  lascio la scuola di chitarra per
frequentare un corso di basso dal grande Armando Corsi,  veramente una bella esperienza …Oltre alle lezioni , continuo  comunque con l'
attività di registrazione con l'amico Maurizio ( seguito anche da Gianni, nella ripresa del progetto Trilogia).   Nel corso del tempo all' improvviso qualcosa comincia a realizzarsi: dalla collaborazione con mia cognata Paola, nasce un cd acustico in duo (Paola et Lu) e il
consenso degli amici (e non solo) ha fatto nascere in me la consapevolezza di quanto fosse piacevole e gratificante suonarerivolgendomi ad un pubblico. Questo è avvenuto con la Saiwa Band &
Friends un gruppo di appassionati  ai quali l'amore per il sociale ha regalato palcoscenici prestigiosi. Poi , sempre in qualità di
bassista,  ho fatto parte recentemente della country band  Lasttrain dove non è mancata l‘esperienza delle serate e degli eventi on the
road. …. ma anche   la mia anima di chitarrista acustico  trova  il suo sbocco  con gli amici del progetto  “Troppo Acustici”  privilegiando la
musica americana e la rilettura di pezzi storici rock. Sarebbero ancora tanti i pensieri da scrivere …. Ma non esageriamo ….


Tutto cio' appartiene a “ ieri “ …. oggi ho conosciuto i fantastici ragazzi di Effetto Suono che ringrazio veramente di cuore per  la loro calorosa accoglienza : conoscerli è stato come tornare a quei meravigliosi anni e a quella musica straordinaria … come se quell' estate del '67 non fosse mai passata.

Gruppi preferiti: Beatles, Creedence, Led Zeppelin, Pink Floyd , Rolling Stones, E.L.P., Tom Petty , C.S.N.&Y.  e qualche altro centinaio  …

Passioni:     collezionare dischi dei Beatles ( e non solo )

Sogni realizzati  :      visitare Liverpool  (dove torno periodicamente )

Bassisti preferiti:      Paul McCartney, Jack Bruce, Tim Bogert, Jaco Pastorius